Illumina la tua pelle per la notte delle stelle cadenti con Light Potion

Illumina la tua pelle per la notte delle stelle cadenti con Light Potion

Crea un make-up degno della notte più magica dell’anno. Con l’illuminante liquido Light Potion brillerai sotto il cielo stellato.

Agosto è il mese delle feste in spiaggia, dei falò e… delle stelle cadenti. Nella notte di San Lorenzo tutti con il naso all’insù per ammirare il cielo ed esprimere un desiderio. E allora, fate brillare anche il vostro make-up con l’illuminante liquido Light Potion.

Come ogni evento che si rispetti, anche la notte delle stelle cadenti merita un trucco ad hoc. Che si tratti di una serata romantica, di una falò in spiaggia o di una festa in aperta campagna, non potete farvi trovare impreparati e dovete assolutamente celebrare il passaggio delle Perseidi, note anche come lacrime di San Lorenzo.

I mille usi dell’illuminante

L’illuminante, ormai lo sappiamo, è diventato un must have nei nostri beauty case perché ha molteplici utilizzi e può essere utilizzato su tanti tipi di look. Infatti, è un prodotto utile per creare un effetto super luminoso o metallico, per evidenziare gli zigomi, se desiderate illuminare lo sguardo o semplicemente se volete dare un po’ di luce alla base trucco. Insomma, lo ripetiamo, ormai non possiamo fare a meno dell’illuminante!
Ma gli illuminanti non sono tutti uguali! Esistono diverse nuance e colorazioni, che devono essere scelte in base al proprio incarnato. In generale, la palette degli illuminanti si può dividere in prodotti a base bianca-perlacea, a base beige-dorata e rosata, oppure aranciata-bronzo.
La regola è non esagerare con il contrasto e mantenere sempre uno stacco minimo tra incarnato e illuminante, per evitare un effetto troppo artificiale. Le tinte più chiare, dunque, si adattano agli incarnati chiari e già luminosi; quelle dorate sono ideali sulle pelli medio chiare e calde; le tonalità rosate si adattano a vari tipi di incarnato; e infine gli illuminanti sui toni del bronzo sono perfetti per gli incarnati più scuri.

Ma anche le texture possono essere molto diverse tra loro. Ci sono gli illuminanti coprenti e cremosi, quelli fluido e quelli compatti in crema-polvere. E non tutti possono essere utilizzati allo stesso modo!

In cosa è diverso l’illuminante liquido

In generale le texture più fluide servono a dare molta luce, quindi non sono molto coprenti ma in compenso esaltano al massimo il bagliore di alcune zone del viso.

In generale, possiamo applicarlo in tre modi differenti:

  • Applicazione all over: si tratta di stendere l’illuminante su tutto il viso, aiutandosi con un pennello da fondotinta. Non è una pratica molto diffusa perché bisogna fare molta attenzione a non esagerare, e anche perché tende ad enfatizzare le imperfezioni.

  • Applicazione miscelata: utile sia per il viso che per il corpo, questo tipo di applicazione consente di mescolare l’illuminante con una crema idratante, un primer o un fondotinta. Inoltre ne bastano poche gocce, diluite nella crema corpo e sfumate con il pennello per illuminare anche spalle e décolleté.

  • Applicazione a tocchi: è la pratica più diffusa e prevede di applicare piccole gocce di prodotto sui punti sporgenti e strategici del viso per farli risaltare e creare (insieme a terra e blush) un gioco di luci e ombre su tutto il viso.

Qualche tip per la notte di San Lorenzo

Se volete dare vita ad un look super luminoso e scintillante per la notte di San Lorenzo, affidatevi all’illuminante liquido Light Potion di Mesauda. La sua formula con un’alta percentuale di perle lo rende il prodotto ideale per dare alla pelle un ammaliante effetto glowy.
Basterà una piccola quantità di questa “pozione magica” sui punti strategici del viso per dare vita ad un sofisticato look luminoso. Per enfatizzare i punti di rilievo, applicatelo su zigomi, arco di cupido, dorso e punta del naso. In alternativa, potete aggiungere qualche goccia al vostro fondotinta per ottenere una delicata luminosità diffusa.

Altri articoli